Novità in arrivo per i tachigrafi ossia gli strumenti di controllo delle attività di guida (distanza percorsa, velocità, posizione, identità e attività del conducente) obbligatori su tutti i veicoli con massa superiore alle 3, 5 tonnellate indipendentemente se effettuano un trasporto in conto terzi o in conto proprio.
La novità riguarda sostanzialmente l’installazione di una tipologia di tachigrafo digitale più evoluta di quella che, attualmente secondo le previsioni del Regolamento (CE) n. 165/2014 e suoi regolamenti di esecuzione (Reg. n. 799/2016/UE mod. da Reg. n. 2018/502/UE), è dotata di nuove e maggiori funzionalità. Esse permetteranno in particolare la connessione al sistema satellitare che registrerà automaticamente la posizione del veicolo all’inizio e alla fine del periodo di lavoro del conducente e a intervalli di tre ore durante la guida e un sistema di diagnosi remota per consentire la trasmissione in modalità wireless dei dati del tachigrafo agli strumenti di cui saranno dotati anche gli organi preposti al controllo stradale. Ai sensi dell’articolo 9 del Regolamento 165/2014 il controllo in remoto servirà unicamente a verificare una eventuale manomissione o uso improprio dell’unità di bordo. Non è prevista l’applicabilità di sanzioni in forma automatica senza che il veicolo venga fermato. Le imprese di trasporto o comunque i datori di lavoro saranno tenuti ad informare i conducenti della possibilità di una comunicazione remota da parte delle autorità di controllo.
Le nuove tipologie di tachigrafo cd. “intelligente”, omologati in conformità alla normativa comunitaria, saranno obbligatoriamente montate sui veicoli immatricolati dal 15 giugno 2019 in poi. Le nuove caratteristiche hanno lo scopo di contrastare le manomissioni, aumentare i controlli e migliorare l’utilizzo del cronotachigrafo.
I tachigrafi digitali attualmente impiegati (e obbligatori) per i veicoli immatricolati dal 1° maggio 2006 non dovranno essere sostituiti ma potranno essere utilizzati fino alla “fine del proprio ciclo di vita”. Lo stesso dovrebbe valere per quelli analogici presenti su veicoli con data di immatricolazione antecedente al 2006 anche se la normativa comunitaria non lo precisa. Entro il 2034 i veicoli che effettuano trasporti internazionali dovranno essere equipaggiati con i tachigrafi intelligenti.
Per semplificare l’introduzione del nuovo sistema tachigrafico si prevede che la nuove carte tachigrafiche che saranno emesse dovranno adattarsi anche ai modelli digitali precedenti. Non sarà richiesta la sostituzione delle carte tachigrafiche ancora in corso di validità.