In gara oltre 14,2 milioni di euro per la progettazione, incluse le indagini ed il coordinamento della sicurezza, per interventi di riqualifica delle barriere di sicurezza sulla rete autostradale italiana.

A prevederlo un bando di progettazione pubblicato sulla Gazzetta Europea da Autostrade per l’Italia.

Progettazione barriere autostradali: il bando

I servizi di progettazione, che valgono precisamente 14.222.827,81 euro, sono suddivisi in quattro lotti; le offerte vanno presentate per tutti i lotti anche se il numero massimo di lotti che possono essere aggiudicati a un offerente è pari ad uno.

Il lotto 1 prevede servizi di progettazione da eseguire per le tratte autostradali A01-A08-D08-A26-A04 di competenza delle Direzioni di tronco DT1(Genova) e DT2 (Milano) per un importo: 3.667.820,22 euro.

Il lotto 2 prevede servizi di progettazione da eseguire per la tratta autostradale A1 di competenza delle Direzioni di tronco DT5 (Fiano Romano) e DT6 (Cassino), per un importo: 4.088.889,20 euro.

Il lotto 3 riguarda le tratte autostradali D13-A1-A13 di competenza della Direzione di tronco DT3 (Bologna) per un importo: 3.184.625,85 euro.

Il lotto 4 riguarda la tratta autostradale A14 di competenza delle Direzioni di tronco DT3 (Bologna) e DT7 (Pescara) per un importo: 3.281.492,54 euro.

Il termine per le offerte è fissato al 1° giugno 2020.

Bando di progettazione: figure professionali e requisiti

Il bando riporta l’elenco delle figure professionali da impiegare per la composizione minima dei gruppi di lavoro, tra cui: Project Manager (responsabile dell’integrazione delle discipline specialistiche); Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione (CSP); Ingegnere impiantista; Ingegnere geotecnico; Ingegnere idraulico; Ingegnere stradale; Ingegnere stradale con esperienza specifica in progetti di installazione di barriere stradali di sicurezza; Ingegneri strutturisti; Geologo; Computisti; Disegnatori CAD.

Per ogni figura professionale sono richieste competenze specifiche. Ad esempio, il Project Manager dovrà avere la laurea magistrale o quinquennale in ingegneria, l’abilitazione all’esercizio della professione da almeno 10 anni ed aver rivestito nel corso degli ultimi 5 anni il ruolo di Project Manager nella gestione di progetti.

Il Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione (CSP) dovrà possedere i requisiti di cui all’art. 98 del D.LGS. 81/2008 comma 1, lett. a e b; abilitazione all’esercizio della professione e iscritti nell’albo professionale competente, ovvero presso i registri professionali dello Stato di provenienza; possesso dell’attestato di cui all’art. 98 co. 2 del D.LGS. 81/2008 ed i relativi aggiornamenti di legge; aver eseguito negli ultimi 5 anni il ruolo di Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione relativamente ad opere infrastrutturali complesse, caratterizzate da progetti di cantiere in presenza di traffico.