Con l’allegata nota n. 64/20, l’INL ha fornito un chiarimento a seguito del quesito sottoposto dalla propria struttura territoriale di Caserta, in relazione alla possibile fruizione della Cig per covid – 19 da parte di un’azienda a cui sono state contestate violazioni, con verbale unico di accertamento, per lavoro nero.

Tenuto conto che l’accesso al trattamento di integrazione salariale per COVID -19 è condizionato alla circostanza che i lavoratori interessati siano stati assunti alla data del 17 marzo 2020, nel caso di specie, pur risultando che le assunzioni siano avvenute ai soli fini della revoca del provvedimento sospensivo, l’INL conferma che queste sono intervenute in un periodo precedente al 17 marzo 2020 e, pertanto, non emergono cause ostativa ai fini della  concessione del trattamento di integrazione salariale.

Nota-INL-dc-giuridica-prot-64-15052020