È possibile avvalersi del bonus facciate per i lavori realizzati sulla facciata interna dell’edificio se è solo parzialmente visibile dalla strada?

A chiarire la questione ci ha pensato l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 296/2020 fornita ad un cittadino che chiedeva se per i lavori di lavori di rifacimento delle facciate del fabbricato, alcune delle quali sono visibili dalla strada e altre no, i condomini possano beneficiare del bonus facciate, su tutti i lavori di rifacimento delle facciate effettuati sullo stabile condominiale.

Bonus facciate: se ne fruisce se la parte è parzialmente visibile da strada

L’Agenzia ha ricordato che sono ammessi al bonus facciate gli interventi sull’involucro “esterno visibile dell’edificio, vale a dire sia sulla parte anteriore, frontale e principale dell’edificio, sia sugli altri lati dello stabile (intero perimetro esterno)” e, in particolare, gli interventi sugli elementi della facciata costituenti esclusivamente la “struttura opaca verticale”.

La detrazione non spetta, invece, per gli interventi effettuati sulle facciate interne dell’edificio, fatte salve quelle visibili dalla strada o da suolo a uso pubblico.

Alla luce di queste precisazioni, l’Agenzia ritiene che nel rispetto degli adempimenti previsti dalla normativa il bonus facciate spetti per le spese sostenute per gli interventi realizzati sulla facciata interna dell’edificio anche se solo parzialmente visibile dalla strada.

Bonus facciate: sconto in fattura e cessione del credito

Nella risposta, l’Agenzia delle Entrate si è soffermata anche sulle novità introdotte dal Decreto Rilancio, cioè la possibilità di richiedere lo sconto in fattura e optare per la cessione del credito corrispondente alla detrazione fiscale anche a banche e intermediari finanziari.