La cartografia catastale dell’Agenzia delle Entrate può essere consultata senza limiti, anche per realizzare nuovi servizi o applicazioni. L’Agenzia delle entrate ha reso noto che, grazie ad una nuova licenza d’uso, è possibile utilizzare le mappe catastali integrandole con altre informazioni e distribuire i materiali prodotti, anche a scopo commerciale, purché venga sempre citata la fonte.

Si tratta di un ampliamento della licenza, grazie alla quale i dati possono essere impiegati con maggiore facilità in diversi ambiti: fiscalità locale, governo del territorio, urbanistica, valutazione degli immobili, trasferimenti di diritti reali, gestione delle emergenze, tutela e valorizzazione dell’ambiente e dei beni culturali.

Mappe catastali online da consultare e utilizzare

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione due servizi online per la consultazione della cartografia catastale: il servizio standard internazionale Web Map Service (WMS), con il quale è possibile creare mappe dinamiche che integrano la cartografia catastale con qualsiasi altro dato geografico, e il Geoportale Cartografico Catastale, che permette di ricercare una qualsiasi particella tramite il suo identificativo.

Questi servizi consentono a cittadini, imprese, professionisti e pubbliche amministrazioni di navigare dinamicamente su 300 mila mappe catastali, nelle quali sono rappresentati oltre 85 milioni di particelle e 18 milioni di fabbricati.

Questi servizi possono inoltre essere utilizzati per scopi commerciali e integrati con altre informazioni nelle proprie applicazioni, purché ne sia citata la fonte. Per venire incontro alle esigenze degli operatori, l’Agenzia delle Entrate ha adottato la licenza d’uso CC-BY 4.0, che consente un più ampio utilizzo rispetto alla licenza precedentemente prevista.

Mappe catastali aggiornate in tempo reale

Le informazioni acquisibili tramite WMS e Geoportale vengono aggiornate in tempo reale con gli atti tecnici trasmessi telematicamente dai liberi professionisti: ogni giorno vengono registrati negli archivi catastali circa 1.500 atti geometrici di aggiornamento che movimentano circa 3.000 particelle catastali, i cui dati sono liberamente consultabili attraverso i servizi online, a distanza di poche ore dall’avvenuto aggiornamento.

Per assicurare la trasparenza, i grafici sull’utilizzo dei servizi sono disponibili nella sezione “Dati e statistiche” del Geoportale Cartografico Catastale.

L’Agenzia delle entrate stima che, a quasi tre anni dall’avvio, i servizi online di consultazione sono utilizzati da un crescente numero di utenti, sono oggi oltre 10 mila gli utenti giornalieri – cittadini, professionisti o istituzioni pubbliche e private – che effettuano oltre 10 milioni di richieste di mappa.