La normativa sul Superbonus 110% prevede che la detrazione fiscale maggiorata sia riconosciuta anche alle spese per le prestazioni professionali. Ma cosa accade se, dopo la progettazione, i lavori non vengono più realizzati?

Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate rispondendo ad un quesito proposto da un contribuente alla Posta di Fisco Oggi.

Superbonus 110% per le spese di progettazione

L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che, nei limiti previsti per ciascun intervento, sono detraibili nella misura del 110% anche alcune spese sostenute in relazione ai lavori che beneficiano del Superbonus.

Tra queste, sono agevolabili le spese per il rilascio del visto di conformità, di attestazioni e asseverazioni, le somme pagate per la progettazione e per l’esecuzione di prestazioni professionali richieste dalla tipologia di lavoro da effettuare.

Superbonus 110%, quando è agevolata la progettazione

L’Agenzia delle Entrate ha sottolineato che, come già specificato con la circolare 24/E/2020, il Superbonus 110% è riconosciuto “a condizione che l’intervento a cui si riferiscono sia effettivamente realizzato”.
Anche per il Superbonus 110%, si segue la linea vigente per le altre detrazioni fiscali. Ricordiamo infatti che, nell’ambito dell’Ecobonus per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici e del Sismabonus per la messa in sicurezza antisismica, la progettazione è agevolata solo se seguita dai lavori.

Le richieste per agevolare la progettazione, anche senza lavori, sono fino ad ora state respinte.

circolare 24-e