Gli scuri e le persiane sono parte integrante della facciata dell’edificio o, invece, fanno parte di finestre e infissi? La differenza, che determina la possibilità di accedere al bonus facciate, è stata spiegata dall’Agenzia delle entrate con la risposta 346/2020.

Bonus facciate, scuri e persiane, il caso

Un contribuente si è rivolto all’Agenzia delle Entrate per sapere se la riverniciatura di scuri e persiane potesse essere agevolata con il bonus facciate. A suo avviso, gli scuri e le persiane, rappresentando una parte accessoria ed integrante della facciata e contribuendo al suo decoro, dovrebbero essere ammessi alla detrazione.

No al bonus facciate per scuri e persiane

L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che, per poter ottenere il bonus facciate, gli interventi devono essere realizzati sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi.

La normativa esclude dall’agevolazione i lavori sulle strutture opache orizzontali o inclinate, come lastrici solari, tetti e pavimenti verso locali non riscaldati o verso l’esterno, la sostituzione di vetrate, infissi, grate, portoni e cancelli.

A detta dell’Agenzia delle Entrate, scuri e persiane costituiscono strutture accessorie e di completamento degli infissi, cioè di elementi esclusi dalla possibilità di accedere al bonus facciate.

risposta 346