Nel corso della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome dell’8 ottobre scorso sono state aggiornate le Linee Guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative, che riportano le schede tecniche contenenti gli indirizzi operativi per i singoli settori di attività, in ordine all’applicazione delle misure di prevenzione e contenimento di carattere generale, per sostenere un modello di ripresa delle attività economiche e produttive compatibile con la tutela della salute di utenti e lavoratori.

Per quanto di interesse, si evidenziano le integrazioni apportate ai seguenti paragrafi, modificati rispetto al precedente documento di agosto, che interessano, in particolare, la “Formazione professionale” (parzialmente rivisto con eliminazione della previsione specifica per i soggetti minori (età 14-17) sul distanziamento):

NOLEGGIO VEICOLI E ALTRE ATTREZZATURE (pag. 25)

(…)

NOLEGGIO E LOCAZIONE DI MEZZI DI TRASPORTO

  • I gestori assicurano la pulizia dei veicoli e mezzi noleggiati/locati prima di ogni nuova consegna, utilizzando prodotti disinfettanti per le superfici toccate più di frequente (es. volante, leva del cambio, ruota/barra del timone, display, manopole, pulsanti, manubri, ecc.).
  • Per il servizio di bike sharing e di car sharing dovrà essere sempre raccomandata l’igienizzazione frequente delle mani da parte dei clienti.
  • Per le attività di noleggio delle unità da diporto, si applicano in analogia le disposizioni previste per i servizi non di linea di navigazione di passeggeri.

 

FORMAZIONE PROFESSIONALE (pag. 32)

  • Gli spazi destinati all’attività devono essere organizzati in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti; tale distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche adeguate a prevenire il contagio tramite droplet o indossando la mascherina.
  • Presso gli Istituti e gli Organismi Formativi titolari dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP):
  1. al pari delle scuole secondarie statali, anche considerando una trasmissibilità analoga a quella degli adulti, la mascherina potrà essere rimossa se sussistono le seguenti condizioni: rispetto della distanza di almeno 1 metro in condizioni di staticità; assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione (es. canto) e situazione epidemiologica di bassa circolazione virale come definita dalla autorità sanitaria;
  1. nel caso in cui non sia possibile garantire il distanziamento fisico prescritto nello svolgimento delle attività in condizione di staticità e in tutte le situazioni in movimento sarà necessario assicurare l’uso della mascherina a protezione delle vie respiratorie per tutta la durata delle attività e procedere ad una frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti. Nel caso dei docenti, è possibile fare ricorso ad una visiera trasparente. Resta inteso che nelle attività pratiche dovranno essere utilizzati, se previsti, gli ordinari dispositivi di protezione individuale associati ai rischi della singola attività;
  2. la postazione del docente deve essere situata ad almeno 2 metri dalla prima fila dei discenti.
  • Le medesime disposizioni sull’uso della mascherina indicate per i percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) sono estese anche agli adulti frequentanti i diversi percorsi di formazione professionale (IFTS, ITS, formazione permanente e continua).

Resta confermato, senza modificazioni, quanto previsto nel paragrafo CONGRESSI E GRANDI EVENTI FIERISTICI (pag. 48).

DocConferenza. 2020-10-08 DOC.CR.P.05a)-Linee-Guida_versione-per-aggiornamenti