L’Anpal ha diramato sul sito istituzionale la nota n. 5329/2021 con la quale vengono previste importanti integrazioni all’Avviso pubblico e relativi allegati concernenti il Fondo nuove competenze di cui al D.D. n. 461/2020, integrato dal D.D. n. 69/2021.

Le modifiche attengono le modalità di progettazione dei percorsi di sviluppo delle competenze e i lavoratori coinvolti.

Con riferimento agli artt. 1 e 7.2 dell’Avviso e al d.lgs. n. 13/2013, l’Agenzia specifica che il progetto formativo deve dare evidenza dei seguenti aspetti:

  •  delle modalità di personalizzazione dei percorsi di apprendimento, sulla base della valutazione in ingresso, a partire dalla progettazione per competenze degli interventi coerente con gli standard professionali e di qualificazione definiti nell’ambito del Repertorio nazionale di cui all’art. 8 del citato d.lgs. n. 13/2013;
  •  delle modalità di messa in trasparenza e attestazione delle competenze acquisite in esito ai percorsi e dei soggetti incaricati della messa in trasparenza e attestazione.

In considerazione dei diversificati fabbisogni formativi delle imprese e in condivisione con il Ministero del Lavoro, le Regioni e le Province Autonome, viene previsto, in particolare, quanto segue:

  •  la progettazione per competenze degli interventi deve essere coerente nell’impianto logico e metodologico con gli standard professionali e di qualificazione definiti nell’ambito del richiamato Repertorio Nazionale, facendo riferimento o alle qualificazioni ricomprese o ai descrittivi dell’Atlante del lavoro e delle qualificazioni;
  • le modalità di messa in trasparenza e attestazione delle competenze acquisite in esito ai percorsi di sviluppo delle competenze devono essere coerenti con le previsioni di cui al predetto d.lgs. n. 13/2013 e con le Linee guida approvate con Decreto 5 gennaio 2021.
    In esito al percorso e in conformità alle normative richiamate, dovranno essere rilasciate delle certificazioni (Documenti di trasparenza, Documenti di validazione e Certificati delle competenze) oppure, qualora non sia possibile rilasciare le certificazioni, degli attestati di messa in trasparenza delle competenze. Gli attestati dovranno contenere un set minimo di informazioni (v. Allegato 6), e potranno essere redatti secondo un apposito schema (v. Allegato 7), che costituisce un format esemplificativo e non vincolante.

L’Agenzia precisa che le predette indicazioni sono applicabili a tutti i progetti presentati nell’ambito del FNC, relativi sia a istanze già presentate alla data della nota in esame che successivamente.

In ordine ai lavoratori coinvolti, con riferimento agli artt. 3, 6.2 e 7 dell’Avviso, sono integrati i modelli dei dati dei singoli lavoratori coinvolti nei percorsi di sviluppo delle competenze, che il soggetto richiedente è tenuto a compilare sia in fase di presentazione della domanda (v. Allegato 2bis) che in fase di richiesta di saldo (v. Allegato 4bis).

Viene infine, fornito il modello di riferimento (v. Allegato 5bis) per l’acquisizione delle informazioni sui partecipanti ai percorsi di sviluppo.

Fonte: Ance

Nota integrativa Avviso FNC n. 5329 del 5 marzo 2021

Allegato 2 bis

Allegato 4 bis

Allegato 5 bis

Allegato 6

Allegato 7