L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato la nota prot. n. 473 del 22 marzo 2021, con la quale fornisce un chiarimento in merito alla possibilità di applicare il regime sanzionatorio previsto all’art. 1, comma 913, della Legge n. 205/2017 nei casi di mancata esibizione, da parte del datore di lavoro, di documentazione attestante il pagamento della retribuzione con strumenti tracciabili, anche a fronte di dichiarazione del lavoratore che confermi di non essere stato pagato in contanti.

Fonte: INL

INLnota441-2021-ambito-applicazione-diffida-accertativa