L’INPS ha reso noto, con l’allegata circolare n. 95/21, che, dal 1° settembre 2021, l’accesso ai servizi online, per coloro che sono in possesso di profili diversi da quello di cittadino, sarà possibile solo con l’utilizzo di credenziali SPID, CIE e CNS. Tutto ciò fa seguito alla fase transitoria iniziata il 1° ottobre 2020.

L’utilizzo di tali strumenti consentirà di poter utilizzare una sola identità digitale per interagire con tutte le pubbliche Amministrazioni, con i soggetti privati aderenti e con i servizi in rete delle pubbliche Amministrazione dell’UE, oltre che di beneficiare di un maggior livello di sicurezza.

Gli utenti che, quindi, siano in possesso di profili diversi da quelli di cittadino (inclusi quelli che operano in qualità di azienda, associazione di categoria o intermediario) dovranno dotarsi di credenziali SPID almeno di 2° livello o di CIE o di CNS, entro agosto 2021.

L’INPS, inoltre, precisa che si riserva in ogni caso la possibilità di inibire progressivamente l’accesso tramite PIN agli utenti che risultino già in possesso di uno degli strumenti sopra citati.

Eventuali ulteriori informazioni saranno rese note sul sito dell’INPS.

Fonte: ANCE

Inps circ_95 pdf