L’allegata Relazione INAIL del 2020 illustra la situazione del mondo del lavoro così come emerge dai dati raccolti dall’Istituto.

In particolare, i dati sull’andamento infortunistico rilevano un calo dei casi complessivi rispetto all’anno precedente ma un aumento degli infortuni mortali. Circa un quarto degli infortuni sono relativi a contagi da Covid-19 e oltre un terzo del totale dei casi mortali è stato causato proprio da tale infezione.

Inoltre, è stato riscontrato un calo notevole anche in relazione alle denunce di malattia professionale.

Per ciò che concerne il settore edile è stato menzionato il rinnovo dell’accordo con la Cncpt per la prevenzione degli infortuni.

Il Presidente ha, in fine, sottolineato come la pandemia abbia reso ancora più evidente la necessità di rivisitazione complessiva del Testo Unico, non più adeguato rispetto alle profonde trasformazioni del mondo del lavoro, in modo da garantire una tutela idonea ed uniforme a tutti i lavoratori.

Fonte:ANCE

relazione-annuale-inail-2020