Sulla Gazzetta Ufficiale n. 224 del 18 settembre 2021 è stata pubblicata la legge 16 settembre 2021, n. 125, di conversione in legge, con modificazioni,  del decreto-legge 20 luglio 2021, n. 103, recante “misure urgenti per la tutela delle vie d’acqua di interesse culturale e per la salvaguardia di Venezia, nonché disposizioni urgenti per la tutela del lavoro”

Le disposizioni introdotte dalla legge di conversione sono in vigore dal 19 settembre 2021.

Con specifico riferimento alle norme in materia di lavoro, si segnala il nuovo art. 3-bis, che per l’anno 2021 destina 10 milioni di euro – nell’ambito dello stanziamento già previsto dalla legge di bilancio 2021[1] per il programma “GOL – Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori” – all’attivazione di servizi per la ricollocazione professionale dei lavoratori dipendenti di aziende che siano state poste in procedura fallimentare o in amministrazione straordinaria o dei lavoratori che siano stati collocati in CIGS per cessazione dell’attività.

La disposizione è espressamente finalizzata a permettere, ai soggetti sopra individuati, l’accesso ai servizi di outplacement per la ricollocazione professionale, di cui all’art. 2 co. 1 lett. d) del D. Lgs. n. 276/2003.[2]

Le disposizioni attuative sono demandate a un decreto del Ministro del Lavoro, di concerto con il MEF, da adottarsi entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del D.L. n. 103/2021.

Fonte: ANCE