Si informa che Confindustria ha reso noto un chiarimento sui destinatari del rapporto periodico sulla situazione del personale maschile e femminile che, come noto, dovrà ora essere trasmesso anche dalle imprese con oltre 50 dipendenti alla consigliera e al consigliere regionale di parità e alle rappresentanze sindacali aziendali, pena l’esclusione dalla partecipazione alle gare afferenti agli investimenti pubblici finanziati con risorse del PNRR o PNC.

Anche l’ANCE aveva interloquito con Confindustria su tale materia, interpretando letteralmente la norma e, pertanto, escludendo che, in mancanza di rsa/rsu, il rapporto fosse dovuto a livelli diversi delle organizzazioni sindacali, ovvero al livello territoriale o nazionale.

La delicatezza della questione, in considerazione della previsione della suddetta esclusione, laddove fosse emersa una interpretazione estensiva da parte degli organi deputati, ha richiesto un previo confronto con il Ministero del lavoro da parte di Confindustria.

Alla luce di quanto sopra, Confindustria pertanto comunica che le imprese che partecipino a gare per investimenti pubblici finanziati con risorse del PNRR o PNC, nell’ipotesi di assenza della rsa/rsu, dovranno allegare alla presentazione della domanda di partecipazione o dell’offerta un’autodichiarazione in tal senso.

Resta fermo ovviamente l’invio alla consigliera e al consigliere regionale di parità.

Fonte:ANCE

Nota_Confindustria_Rapporto_periodico