Sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 117 del 20 maggio scorso, è stata pubblicata la legge n. 51 del 20 maggio 2022, di conversione del decreto legge 21 marzo 2022 n. 21, recante “Misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina”.

L’art. 23 del decreto, intitolato “Revisione dei prezzi”, ha introdotto talune misure volte a mitigare gli effetti economici derivanti dagli aumenti eccezionali dei prezzi di alcuni materiali da costruzione, nonché dei carburanti e dei prodotti energetici.

Per quanto di stretto interesse, il nuovo comma 3-bis dell’articolo 23, introdotto in sede di conversione, prevede che l’articolo 1-septies del decreto-legge n. 73/2021, l’articolo 29 del decreto legge n. 4 del 2022, l’articolo 25 del decreto legge n. 17 del 2022, si interpretano nel senso che le disposizioni ivi contenute per gli appaltatori si applicano, alle medesime condizioni, anche ai contraenti generali, anche in deroga a quanto previsto dai contratti o convenzioni.

Fonte: ANCE

DL_Ucraina