È stata pubblicata in G.U. n. 150 del 29 giugno scorso la legge 29 giugno 2022, n. 79 di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 30 aprile 2022, n. 36, recante “Ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR)”.

La legge in esame entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale (30 giugno 2022).

Si segnalano le seguenti disposizioni di interesse come introdotte/modificate dalla legge di conversione:

–    (Art. 19-bis) Proroga del termine di cui all’articolo 17, comma 4-quater, del decreto-legge 9 febbraio 2012, n.  5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35

La disposizione in esame proroga dal 30 giugno 2022 al 31 dicembre 2022 il termine a partire dal quale acquistano efficacia le disposizioni che consentono anche ai cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea, purché regolarmente soggiornanti in Italia, di utilizzare le dichiarazioni sostitutive (le cosiddette autocertificazioni) riguardanti gli stati, le qualità personali e i fatti certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani, anche se previste da speciali disposizioni contenute in leggi e regolamenti concernenti la disciplina dell’immigrazione e la condizione dello straniero.

–    (Art. 20) Misure per il contrasto del fenomeno infortunistico nell’esecuzione del Piano nazionale di ripresa e resilienza e per il miglioramento degli standard di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro 

La disposizione in esame prevede la promozione da parte dell’INAIL, con il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, di appositi protocolli di intesa con aziende e grandi gruppi industriali impegnati nella esecuzione dei singoli interventi previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, allo scopo di assicurare  un’efficace  azione  di  contrasto  al fenomeno infortunistico e di tutela della salute  e  della  sicurezza sui luoghi di lavoro.

Fonte: ANCE