Tra le novità previste nella Legge di conversione del cd. Decreto Aiuti (Legge n. 91/2022) è presente una disposizione (articolo 34-bis) che prevede che le offerte di lavoro “congrue” per i beneficiari del Reddito di cittadinanza possono essere proposte direttamente dai datori di lavoro privati.

L’eventuale mancata accettazione dell’offerta congrua dovrà essere comunicata dal datore di lavoro privato al Centro per l’impiego competente per territorio, anche ai fini della decadenza dal beneficio.

Dovrà essere il Ministro del lavoro e delle politiche sociali che dovrà adottare un decreto, entro il 15 settembre 2022, dove saranno definite le modalità di comunicazione e di verifica della mancata accettazione dell’offerta congrua. (Fonte DTL Modena)